Italiano

Progetto FILAS-Regione Lazio

 

Innovazione nell’identificazione ed enumerazione di batteri e virus patogeni nell’uomo e negli alimenti: trasferimento delle metodologie innovative alle strutture sanitarie, alle industrie farmaceutiche e alimentari operanti nel Lazio

 

Il 24 maggio 2021 dalle 09:00 alle 14:00, nel webinar dal titolo “Innovazione e trasferimento nelle analisi di batteri e virus”, i giovani ricercatori  del Dipartimento di Sanità Pubblica e Malattie Infettive, Università di Roma La Sapienza, hanno presentato i risultati del  Progetto “Innovazione nell’ identificazione ed enumerazione di batteri e virus patogeni nell’uomo e negli alimenti: trasferimento delle metodologie innovative alle strutture sanitarie, alle industrie farmaceutiche e alimentari operanti nel Lazio”.

Il Progetto, parte dei "Progetti di gruppi di ricerca - Conoscenza e cooperazione per un nuovo modello di sviluppo"  banditi dalla Regione Lazio e gestiti da Lazio Innova , si è svolto all’interno del Dipartimento di Sanità Pubblica e Malattie Infettive (DSPMI), dell’Università di Roma La Sapienza, ha previsto la formazione e cooperazione di giovani ricercatori, provenienti da diverse discipline, con finalità di studio di metodiche innovative nell’analisi di batteri e virus patogeni.   
Ai giovani ricercatori si sono affiancati  più esperti gruppi di ricerca del DSPMI, guidati dalle Prof.sse Piera Valenti, Annateresa Palamara, Rosa Sessa (Sezione di Microbiologia), dal Prof Mastroianni (Sezione Malattie Infettive) e dalla Prof.ssa De Giusti (Sezione di Igiene), coordinati dalla Prof.ssa Piera Valenti. 

Le finalità dei singoli progetti di ricerca sono state:

  • Verificare impiego del metodo BioTimer Assay (BTA) per l’enumerazione di microorganismi adesi o in biofilm su dispositivi impiantabili, confrontandolo col metodo quantitativo di Cleri modificato (Prof.ssa Piera Valenti).
  • Titolazione del virus influenzale e del virus parainfluenzale mediante il saggio ICW, confrontandolo col classico metodo del saggio di emoagglutinazione;        
    sviluppo test per l’individuazione del SARS-CoV2 in campioni salivari mediante Real Time PCR. (Prof ssa Anna Teresa Palamara)
  • Validazione della metodica In-Cell Western (ICW), Odyssey CLx (Licor, USA), per l’identificazione e l’enumerazione di C. trachomatis, confrontandola con le metodiche standard; l’eventuale applicazione della metodica in ambito clinico per la diagnosi e la determinazione della suscettibilità agli antibiotici del batterio.   
    (Prof. Rosa Sessa)
  • Verificare l’affidabilità del metodo Vortex-Sonication-Vortex (VSV) nella diagnosi microbiologica delle infezioni associate a biofilm su campioni ortopedici, dispositivi elettronici cardiovascolari impiantabili e accessi venosi centrali.          
    (Prof. Claudio Mastroianni)
  • Valutare il livello di contaminazione da L. monocytogenes dei prodotti lattiero-caseari di produzione laziale distribuiti nel territorio della Regione Lazio;
    verificare rispondenza a requisiti microbiologici di sicurezza comunitari acquisire, dati sulla prevalenza, caratterizzare il genotipo del batterio.  
    (Prof.ssa Maria De Giusti)

 

Periodo di svolgimento: 2016-2021

 

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma